Sulle tracce della regina Corner

Dati itinerario Periodo consigliato Primavera, Estate, Autunno Telefono
Prendetevi una giornata per visitare Asolo, "la città dei Cento Orizzonti" come la definì il Carducci

Una delle figure femminili più interessanti della storia della Repubblica Serenissima è sicuramente quella di Caterina Cornaro. Nata a Venezia nel 1454, Caterina fu sposa del re di Cipro e Armenia ma, dopo la sua morte, fu costretta ad abdicare in favore di Venezia. La Serenissima la ricompensò assegnandole il feudo di Asolo dove stabilì una corte raffinatissima.

Nel bellissimo borgo di Asolo si erge il castello, residenza ufficiale della regina. Qui Caterina accolse personalità di spicco, letterati, dame e cavalieri. Al Museo Civico è possibile ammirare dipinti e oggetti a lei dedicati e nel Duomo troverete altre testimonianze legate alla sua figura.

Ad Altivole si ammira invece il Barco della Regina, un insieme di edifici, giardini e fontane che costituivano 'il luogo di delizie' di Caterina Corner.

A Venezia la Chiesa di San Salvador conserva il monumento funerario della Regina.

A Padova la Sala dei Giganti presso la sede del Capitaniato fu ristrutturata per opera di Girolamo Corner, nipote di Caterina, mentre la Loggia Cornaro fu concepita come quinta classicheggiante per le rappresentazioni teatrali del Ruzante organizzate da Alvise Cornaro.

Infine, il Duomo di Caorle conserva un dono della regina: la preziosa Pala d'Oro dell'abside centrale, segno di riconoscenza per essere stata salvata dai pescatori locali dal naufragio avvenuto durante il viaggio di ritorno da Cipro.


Caterina Cornaro visse in luoghi ammantati di fascino che nel loro insieme costituiscono un itinerario suggestivo.