Parco naturale Dolomiti d'Ampezzo

Una natura incontaminata, guglie spettacolari, foreste e silenzi

I giganti rocciosi si innalzano come campanili slanciati, mentre le pareti strapiombanti diventano il paradiso degli scalatori più esperti. Poi lo sguardo scende da questo antico mondo di pietra e incontra ampie e verdeggianti vallate, boschi, laghetti, torrenti e cascate.

Questo paesaggio mozzafiato dal 1990 è tutelato grazie all’istituzione del Parco naturale delle Dolomiti d'Ampezzo.

Si tratta di circa 11.000 ettari di territorio a nord di Cortina d’Ampezzo, nel cuore delle Dolomiti orientali, un’area naturale di straordinaria bellezza, priva di insediamenti abitativi, dalle impressionanti pareti rocciose che offrono scenari da cartolina.

Basti ricordare i massicci della Tofana, Fanes, Col Bechei, Croda Rossa d'Ampezzo e Cristallo, rispettivamente divisi dalla val Travenanzes, val di Fanes, alta valle del Boite e val Felizon.

Questi ambienti naturali di rara bellezza sono fatti anche di foreste di conifere, monumentali abeti rossi, faggi e larici che coprono i fianchi delle valli, mentre sulle pendici rocciose si fanno spazio profumati pini mughi. Tra le specie endemiche e rare rientra il Semprevivo delle Dolomiti, preso a simbolo del Parco, e ben 35 specie di orchidee.

In quest'ambiente straordinario si incontrano stambecchi, camosci, aquile e gufi reali, il rarissimo picchio tridattilo, volpi e donnole, fino ai recenti avvistamenti di orsi bruni.

Come scoprire e vivere il parco? Semplice, basta percorrere uno dei tanti sentieri, a piedi o in mountain bike, avrete solo l’imbarazzo della scelta. Gli esperti scalatori potranno invece concretizzare un sogno arrampicandosi su ardite cime, immersi in un irreale quanto emozionante silenzio.

 

Leggi di più

itinerari consigliati

informazioni

nei dintorni



Photogallery