Noale

Importante testimonianza di interesse storico ed architettonico dell'entroterra veneziano

Tranquilla cittadina in provincia di Venezia, Noale occupa un'area pianeggiante nei pressi del fiume Marzenego.

Le chiese e gli edifici storici che costeggiano le sue piazze testimoniano un passato importante strettamente intrecciato alle storie di Treviso e Venezia. Il volto dell'antico centro storico è legato alla famiglia dei Tempesta, amministratori dei beni del Vescovo di Treviso con la carica di "avogari". In epoca medievale, Noale vede la trasformazione del castello in residenza signorile; è ancora leggibile in ogni sua parte il sistema difensivo basato sullo sfruttamento dell'acqua del fiume, mentre il borgo conserva, oltre al disegno urbanistico della città fortificata, l'antica Rocca signorile ed il Castello.

Tra i monumenti di valore culturale ed artistico risaltano gli eleganti Palazzi Mocenigo e della Loggial'ospedale militare di San Giorgio, la polveriera veneziana del Teson e la Chiesa Arcipretale dei Santi Felice e Fortunato scrigno delle pregevoli opere di Sansovino e Palma il Giovane.

Oltre alle bellezze artistiche, Noale custodisce forti tradizioni. La rituale corsa del Palio, alla quale partecipano le sette contrade della città - Bastia, Cerva, Drago, Gato, S.Giorgio, S.Giovanni e S.Urbano - continua ad essere allestita per la festività di Pentecoste in ricordo della dominazione trevigiana. Tre giorni di festa i cui momenti salienti sono il corteo di figuranti in costume, la corsa del Palio, la cerimonia della "Bala d'Oro" riservata alle giovani diciottenni e l'attesissimo incendio della Torre. Da non perdere l'appuntamento d'aprile con i profumi e i colori di Noale in fiore, rassegna che coinvolge il settore florovivaistico richiamando folle di visitatori.

Leggi di più

itinerari consigliati

informazioni

nei dintorni



Photogallery