Dolci colline dal profilo morbido

I Colli Berici

Dati itinerario Periodo consigliato Primavera, Estate, Autunno Telefono+39 0444 964380
Da percorrere anche in bicicletta su stradine asfaltate o sterrate. Attenzione perché è un continuo saliscendi, con cambio di ritmo e difficoltà.

Colli Berici sono caratterizzati da una natura rigogliosa. Il territorio si estende nel mezzo della pianura veneta, a sud della città di Vicenza.

L'ambiente invita a percorrere stradine sterrate di campagna, mulattiere e viottoli, sentieri nei boschi. Per esempio è tutto da scoprire il Lago di Fimon, luogo di rilevante importanza storico-naturalistica per la presenza di flora e fauna tipiche delle zone umide. Una tranquillissima passeggiata di circa cinque chilometri su sterrato vi porterà in un paesaggio che pensavate essere perduto per sempre.

Il particolare fascino dei Colli Berici si esprime anche attraverso la sua roccia calcarea che, soggetta al fenomeno del carsismo, modella il territorio creando scorci di suggestivi.

In queste colline, dove la coltura della vite ha origini antiche quanto la presenza dell’uomo e dove il clima permette anche la coltivazione dell’olivo, numerose ville, borghi, eremi e conventi testimoniano come questo territorio costituisca in ogni epoca un importante richiamo per l’uomo.

Meritano senz'altro una visita il Santuario della Madonna di Monte Berico alle porte di Vicenza, la celebre Villa Capra detta "La Rotonda", uno dei capolavori dell'architettura di Andrea Palladio, i resti medievali della Rocca dei Vescovi a Brendola e la Chiesa di San Giovanni in Monte a Zovencedo. A Nanto si celebra ogni anno la pietra dei Colli con Nantopietra, rassegna di scultura di respiro internazionale.


A Mossano si trova la Grotta di San Bernardino, il Santo proveniente da Siena che la utilizzò come rifugio nel Quattrocento. Immersa nella natura, la grotta offre un panorama davvero suggestivo e singolare verso la Val di Palù, il Colle di San Pancrazio, i Colli Euganei e la pianura veneta.