L'antico "Bosco da Reme"

Foresta del Cansiglio

Dati itinerario Periodo consigliato Primavera, Estate, Autunno Telefono+39 0438 585487
Itinerari da percorrere a piedi, a cavallo, in mtb
Il Cansiglio è un altopiano prealpino tra il Veneto e il Friuli Venezia Giulia, a cavallo tra le province di Belluno, Treviso e Pordenone. Qui c’è una tra le più belle foreste di faggi e abeti secolari che con i suoi 7.000 ettari rappresenta la seconda foresta italiana per estensione.

Meta tra le più amate dagli escursionisti, il Cansiglio è ideale anche per trascorrere una giornata stesi nei prati a prendere il sole e fare pic nic.

Molti i sentieri  da percorrere a piedi, a cavallo, in mountain bike e che d’inverno sono invece perfetti per le racchette da neve. Gli itinerari sono segnalati, ma è necessario prestare sempre attenzione alle "voragini" naturali che costellano l'area. Il Cansiglio deve infatti alla sua natura carsica la presenza di doline e inghiottitoi in superficie, spesso di grande suggestione, che si concentrano soprattutto nel versante sudorientale dell'area.

Abitato fin da tempi antichissimi, il Cansiglio è stato uno dei luoghi della Resistenza durante la seconda guerra mondiale e dagli inizi del 1800 accoglie anche un insediamento etnico di origine germanica, i Cimbri. Per conoscere la cultura di questa popolazione proveniente dall'altopiano dell'Asiago visitate i villaggi di Campon e Pian Osteria e il Museo etnografico a loro dedicato.


Il Bosco da Reme
Ai tempi della Serenissima i faggi della foresta del Cansiglio venivano impiegati nella produzione di remi, legname da opera e carbone. Nel 1548 il Consiglio dei Dieci sancì che la foresta diventasse il “Gran Bosco da Reme di San Marco” riservandola per la produzione di remi per le galere e di legname per l’Arsenale.