Villa Godi Malinverni

Andrea Palladio


Andrea della Gondola, figlio di un mugnaio padovano, raggiunse un enorme successo, nonostante le umili origini, grazie al suo straordinario talento artistico: oggi è universalmente conosciuto con il ricercato soprannome umanistico di Palladio, scelto per lui dal suo primo committente ed estimatore, l'aristocratico letterato vicentino Giangiorgio Trissino.

Il genio dell'architetto cinquecentesco lasciò un'impronta indelebile nella storia, trasformando da allora in poi per sempre l'aspetto del Veneto, con opere eccezionali, realizzate sia nei centri urbani, soprattutto Vicenza e Venezia, sia nelle diverse realtà territoriali dell'entroterra: creazioni uniche e originalissime sono gli insediamenti di villa rustica, espressioni di una classe dominante aperta alla cultura, sensibile alle bellezze della natura e dell'arte, e al tempo stesso attiva nell'amministrare oculatamente le sue vaste proprietà agricole.

 Questi edifici del Palladio codificarono tipologie destinate a incontrare ampia fortuna, modelli diffusi e imitati ovunque nel corso dei secoli, dapprima in Europa, poi anche oltre gli oceani.

Le ville da lui progettate, distribuite in tutto il Veneto, così come i monumenti della sua arte nel centro di Vicenza, sono ora iscritti nella Lista Unesco del Patrimonio Mondiale dell'Umanità.

CISA (Centro Internazionale di Studi di Architettura) Andrea Palladio