Antonio Ligabue - L'uomo, il pittore Mostra monografica su una delle personalità più interessanti dell’arte del Novecento
Informazioni evento Mostre - Grandi eventi Dal 22 settembre 2018 Al 31 marzo 2019 (solo il martedì,mercoledì,giovedì,venerdì,sabato,domenica)
Padova Sito web Chiedi info (0039)0498204551
In esposizione più di settanta dipinti, dieci opere su carta, sette sculture e per la prima volta visibili al pubblico, circa una quarantina di documenti originali dedicati alla vicenda biografica del pittore, in un allestimento che offre una lettura storica e critica dell’opera dell’artista italo-svizzero.
Il percorso della mostra sarà diviso per temi principali entro i quali si sviluppa l’universo creativo di Ligabue: il rapporto con l’autoritratto, gli animali selvaggi e domestici, il lavoro dei campi.
La triste odissea di Antonio Ligabue inizia a Zurigo e si conclude a Gualtieri, dove approda espulso dalla Svizzera, dopo un’infanzia e un’adolescenza segnate dall’emarginazione e dall’insofferenza verso il mondo che lo circondava. La passione e il talento per il disegno si manifestano già a scuola, ma inizia a dipingere solo alla fine degli anni 20, apprezzato e guidato da Marino Mazzacurati. Nel 1955 tiene la prima mostra personale a Gonzaga, in occasione della Fiera millenaria.
La consacrazione nazionale, avviene nel 1961 alla Galleria La Barcaccia di Roma, dopo un’intensa attività artistica, incompresa e derisa, che nel tempo susciterà ammirazione e interesse di collezionisti, critici e storici dell’arte.
Curata da Francesca Villanti e Francesco Negri, con l’organizzazione di C.O.R. Creare organizzare realizzare, in collaborazione con la Fondazione Museo Antonio Ligabue, il Comune di Gualtieri e l'Assessorato alla Cultura di Padova.

Fonte: Iat Padova