Esposizione personale: Amazonomachia Esposizione personale dell'artista Virginia Russolo in Casa di Gaia da Camino.
Informazioni evento Mostre - Grandi eventi Dal 23 febbraio 2019 Al 26 maggio 2019 (solo il sabato,domenica)
Portobuffolè Sito web Chiedi info (0039) 0422850742
Amazonomachia si sviluppa all’interno del Museo di Casa Gaia, un casa-torre affrescata risalente al tredicesimo secolo dove abitò Gaia da Camino. La figura di Gaia offre una rottura dei confini fisici e concettuali in cui veniva relegato il pensiero della donna all’epoca. La sua personalità, pur risultando affascinante, si rivela scomoda poiché crea inevitabilmente un conflitto nel territorio delle relazioni sociali. Questo conflitto si riflette geograficamente con il suo esilio nel castello di Portobuffolè.

Virginia Russolo esplora il potenziale evocativo di un affresco raffigurante questo conflitto territoriale, dove si vede una donna che si allontana su di un cavallo bianco lasciandosi alle spalle una città fortificata (Treviso). L’esilio, visto come rinegoziazione del territorio, è un leit motif nella storia della figura dell’Amazzone.

Amazonomachia è il termine che si riferisce alla mitologica battaglia con le Amazzoni, archetipo di donne guerriere saldamente integrato nella memoria collettiva europea. La figura dell’ Amazzone viene interpretata attraverso una serie di opere realizzate in stoffe stratificate e trattate con cera d’api che imbalsamano immagini di donne, animali, strutture architettoniche, dipinti, materiale archeologico e cibo.

L'artista lavora con il potenziale della Amazonomachia utilizzandolo come palcoscenico per la restaurazione violenta e sensuale dell’ordine e come luogo per esplorare la risposta animale-umana al conflitto territoriale.

Fonte: Iat Portobuffolè