A Caorle tra religiosità e arte

Dati itinerario Periodo consigliato Primavera, Estate, Autunno, Inverno Telefono+39 0421 81085
Percorrenza a piedi

Caorle è conosciuta per le sue spiagge ma anche perché conserva un antico e pittoresco centro storico ricco di interessanti edifici civili e pregevoli luoghi di culto.

Nel cuore della città si trova il Duomo di Santo Stefano, costruito secondo la tradizione nel 1038 sui resti di una precedente chiesa. Al suo interno capolavori di grande valore, tra cui la famosa Pala d'Oro posta dietro l'Altare Maggiore, un'opera in stile bizantino che secondo la leggenda  sarebbe stata donata alla cattedrale dalla Regina di Cipro Caterina Cornaro. Lo stile architettonico dell'edificio è romanico-lagunare mentre lo splendido campanile fonde elementi romanici e bizantini. E’ lui il simbolo di Caorle e si staglia imponente con i suoi 48 metri di altezza con colonne e archi che risentono dell'influenza ravennate. Si può salire in cima grazie a una scala a chiocciola e godere della magnifica vista sulle spiagge e la campagna.

Sul lungomare si scorge il Santuario della Madonna dell'Angelo, meglio conosciuto come la Chiesa della Madonnina. Si tratta probabilmente della chiesa più antica in città, edificata nel VI secolo dagli abitanti di Concordia in fuga dalle invasioni barbariche. Questo edificio è legato a due eventi miracolosi: il primo narra dei pescatori che non riuscirono a portare via una statua lignea della Vergine che galleggiava in acqua, portata a riva soltanto grazie al tocco delicato dei fanciulli; il secondo di come la chiesa rimase indenne durante la devastante inondazione marina del 1727. 


La piccola Venezia
Vi basterà una passeggiata nel cuore di Caorle per capire perchè in tutto il mondo siamo conosciuti anche come "small Venice". Tra calli e campielli, il centro storico è un salotto a cielo aperto, come la bellissima Piazza Vescovado con la pavimentazione in che trachite richiama la tradizione veneziana.

Nei dintorni