Val d'Oten

Dati itinerario Periodo consigliato Primavera, Estate, Autunno, Inverno Telefono+39 0435 519514
Indossate sempre di abbigliamento adeguato e scarponcini da trekking

La Val d'Oten è una lunga valle che separa la catena delle Marmarole dal possente massiccio dell'Antelao. Estesa, selvaggia e a tratti impervia, la valle è frequentata dagli amanti delle escursioni tra boschi di conifere e di faggi. Ideale anche per trascorrere una giornata di passeggiate rilassanti e piacevoli soste pic nic nelle aree attrezzate.

Per raggiungere questa lunga valle si parte dal centro di Calalzo. Dopo aver fiancheggiato "Il Ponte", tipico esempio di architettura cadorina, si segue la strada fino alla località Praciadelan, a quota 1050 metri. In questa direzione si incontra la Chiesetta della Madonna del Caravaggio

Superato Praciadelan, dopo un tratto di strada sterrata, si giunge in fondo alla valle, dove, al limitare del verde Pian de la Gravina, sorge la Capanna degli Alpini (1395 metri) dove ci si può fermare per una buona sosta gastronomica. Anche se un po' complessa, merita sicuramente una particolare attenzione l'escursione alla Cascata delle Pile, che si raggiunge in una quindicina di minuti percorrendo uno stretto canalone scavato dall'acqua. Alta circa 25 metri, la cascata è inserita all'interno di una gola stretta ma di estrema suggestione.


Affrontando altri 600 metri di dislivello si raggiunge il rifugio Pietro Galassi, ricavato  da una caserma della Grande Guerra. Da qui parte l'impegnativa salita all'Antelao, detto anche il Re delle Dolomiti, che con i suoi 3.264 metri è la seconda cima delle vette dichiarate Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco.