Strada del Vino Lessini Durello
Dati itinerario PartenzaMontecchio Maggiore ArrivoBolca

Sono le suggestive vallate della Lessinia a  caratterizzare  il  territorio  interessato dalla doc Lessini Durello, vitigno autoctono fresco e spumeggiante, dalla caratteristica acidità, a cavallo delle province di Verona e Vicenza.

Nella parte veronese il territorio interessa l'alta Val d'Illasi, la Valle del Tramigna e i comuni più a nord della Val d'Alpone, mentre nel vicentino sono le vallate del Chiampo, del Leogra e dell'Agno a delimitarne i confini.

Tutta la zona è comunque interessata da aziende,  punti  vendita,  ristoranti,  bellezze storiche e ambientali di notevole interesse.

Questa fascia collinare è una delle più fertili  e  pregiate  zone  vinicole  d’Italia, caratterizzata da terreni di origine vulcanica.

Dalle vallate, ai preziosi fossili di Bolca, alle storie dei Cimbri, alle antiche vie del vino, ai misteriosi manieri medievali, alle ville patrizie, fino alla novella di Luigi Da Porto, che tracciò per primo la commovente storia d'amore tra Giulietta e Romeo, per gustare le ottime specialità gastronomiche tipiche abbinate al Durello.

Da visitare il Parco naturale della Lessinia  ed  il  Museo  dei  Fossili  di  Bolca.

Diverse le manifestazioni enogastronomiche  che  hanno  come  partner  ideale il  Lessini  Durello  DOC:  a  partire  dalle Festa delle Ciliegie a giugno nei diversi comuni, al Palio dei Mussi a Terrossa di Roncà a luglio, alle sagre della sopressa,  pamojo  e  Durello,  delle  castagne  e delle erbe officinali di Sprea tra agosto e settembre, e l’Antica Fiera dei Bogoni (lumache) a Badia Calavena a dicembre.

Il  Museo  dei  fossili  di  Bolca,  recentemente ristrutturato, ci permette di immergerci in una laguna tropicale di più di  60  milioni  di  anni  fa  e  scoprire  le specie che vi abitavano, in un viaggio indietro nel tempo.

Il piccolo Museo di Roncà ospita un rarissimo  scheletro  di  Prototherium,  un antico  sirenide,  mentre  a  Chiampo,  al Museo Menin troviamo una ricchissima collezione di ben cinque ere preistoriche. Territorio di confine, al centro di dispute secolari, il territorio della Strada del Durello porta ancora i segni di lotte tra le  varie  signorie  che  hanno  dominato queste  terre.  

La Strada del Vino Durello è una continua scoperta di sapori genuini da fare in tutte le stagioni dell’anno. Trait d’union tra i territori è il Durello, un vino di freschezza straordinaria, che ben si adatta alla spumantizzazione.

Alcuni aneddoti lo vogliono sulle navi del  Querini,  quando  lo  stesso  portò  lo stocafisso a Vicenza e non a caso uno degli abbinamenti migliori è quello con il Bacalà alla Vicentina, piatto tipico e noto in tutto il mondo.