Pietra e marmo

Il Veneto è una miniera di sorprese paesaggistiche, di tesori artistici e di tradizioni custodite gelosamente e tramandate di generazione in generazione: il termine miniera risulta ancor più appropriato se si considera la storia delle attività legate all'estrazione e alla lavorazione della pietra e del marmo.

Due in particolare sono i luoghi nel territorio veneto che si segnalano per la qualità dei materiali estratti: i Colli Berici in provincia di Vicenza e la Lessinia in provincia di Verona.

La Pietra di Vicenza, nota anche come ''pietra tenera'' dei Berici, è un materiale conosciuto fin dai tempi degli antichi Romani. Da secoli protagonista nel mondo della scultura e dell'architettura, portata alla fama in tutto il mondo grazie al suo utilizzo nei progetti di Andrea Palladio e di altri rinomati architetti, la Pietra di Vicenza rappresenta ancora oggi un elemento di arricchimento e di decoro naturale, utilizzata nel settore delle costruzioni e dell'arredamento per la sua particolare versatilità. Sarebbe più opportuno comunque parlare di ''pietre di Vicenza'', data la diversa varietà di tipologie estratte dalle varie fasce calcaree: dalle cave beriche vengono infatti ricavate la Scaglia Rossa, la Pietra di Nanto e di Pederiva, la Pietra di San Germano e la Pietra di San Gottardo. Dalle prealpi vicentine si estrae inoltre una pietra più compatta di colorazione bianca o rossa (Rosso e Biancone Asiago), che trova impiego nella realizzazione di strutture architettoniche.

La lavorazione del marmo

Anche la Pietra della Lessinia, altrimenti nota come ''pietra di Prun'', è molto apprezzata per la sua versatilità. Si tratta di una pietra naturale molto utilizzata nelle decorazioni e nei rivestimenti sia per interni che per esterni. Data la loro antichissima formazione, questi materiali si caratterizzano per la presenza di fossili che identificano una sorta di marchio d'origine, diventando motivi estetici apprezzabili nelle varie composizioni cromatiche.

Numerosi sono i laboratori dove avviene la lavorazione della pietra vicentina e della Pietra della Lessinia, grazie alla presenza di valenti artigiani intagliatori e scultori affermati che mantengono viva e dinamica questa attività. Nello specifico questi materiali vengono utilizzati per l'ornamento di giardini e arredo urbano (sculture, panchine, fontane, meridiane, obelischi, pozzi, gazebo, vasi, fioriere e ornamenti vari); per la realizzazione di elementi architettonici (balaustre, pergole, copertine, pilastri, contorni, finestre, scale, colonne) e per gli interni (caminetti, pavimenti, tavoli, lavelli, decorazioni d'interni).


Link:
www.viart.it

 

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
Feedback su questo contenuto
vota
1.4 media
(5 voti)
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Eventi
villeverona-2014-spalla
Alla scoperta delle più belle dimore storiche del veronese ...
Itinerari consigliati
Villa Caldogno (Vicenza)
Un itinerario alla scoperta delle ville palladiane in territorio vicentino ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...