Trekking a Giazza sui Monti Lessini

La Lessinia, verde altopiano del veronese, costituisce un mondo ricco ed estremamente variegato, fatto di natura e di storia: un museo a cielo aperto di grande interesse naturalistico, archeologico ed etnografico. Il territorio offre numerose possibilità escursionistiche, spaziando dalle tranquille passeggiate ai percorsi di trekking più difficoltosi.

Tra gli itinerari più interessanti e suggestivi si segnalano quelli che partono da Giazza, frazione di Selva di Progno (Vr) e capoluogo "Cimbro" della Lessinia con inalterate testimonianze di lingua, tradizioni e arte del passato. Giazza, posta quasi sul fondo della lunga Val d'Illasi, è base d'appoggio ideale per le escursioni all'interno del Parco Naturale Regionale della Lessinia, celebre per la presenza di numerosi percorsi sterrati attraverso le malghe che costituiscono motivo di richiamo anche per gli amanti della mountain bike.

I monti che circondano Giazza sono caratterizzati da fitti boschi, sentieri e aree naturalistiche di notevole interesse. La foresta demaniale della Giazza offre in particolare numerosi spunti per gli appassionati di escursionismo: si tratta di un bosco molto antico frutto di una grande opera di rimboschimento, che si protende verso il gruppo del Carega, l'alta Lessinia e la catena delle Tre Croci.. All'interno della foresta si ritrovano importanti testimonianze dei Cimbri, popolazione di origine germanica che si stabilì in questi territori già in epoca romana. Si possono inoltre percorrere i sentieri di arroccamento realizzati nella Prima Guerra Mondiale, fra specie endemiche e rare tipiche del paesaggio dolomitico.

Parco Naturale della Lessinia - Valle delle Sfingi

Modo di percorrenza
La foresta demaniale di Giazza si può raggiungere partendo dalla statale 11 - Padana Superiore, tra Vicenza e Verona. Nei pressi di Soave si svolta per Colognola ai Colli per imboccare poi la val d'Illasi, da percorrere per circa 30 chilometri. Superato il centro di Giazza si può proseguire per la strada che sale fino al rifugio Revolto (m.1300). Questa è la base di partenza per numerose escursioni, nel versante sud delle Piccole Dolomiti, al gruppo del Carega.

Da non perdere
È sicuramente d'obbligo una visita al Museo Etnografico dei Cimbri, attivo a Giazza dal 1972. Il museo propone una serie di approfondimenti sulla cultura, l'arte e la religione di questo popolo antico, attraverso itinerari che offrono la possibilità di ammirare sculture, pitture e altri esempi di arte popolare, oltre a oggetti e attrezzi legati agli usi e costumi dei cimbri, alle loro tradizionali attività come l'agricoltura, la caccia, la produzione del ghiaccio e del carbone.

Informazioni e consigli utili: www.lessiniapark.it

 

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Feedback su questo contenuto
vota
4.333333333333333 media
(3 voti)
Itinerari consigliati
Strada del Vino Valpolicella
Strada del Vino Valpolicella, alla scoperta di paesaggi ricchi di fascino e storia ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...