MIM Belluno

Il valore della testimonianza di “chi parte e di chi arriva”.  Il Museo Interattivo delle Migrazioni (MIM) di Belluno raccoglie queste storie di migrazioni.

Italiani all’estero e stranieri accolti nel nostro Paese, lo scopo del museo è raccontare vicende e vicissitudini di chi ha abbandonato la terra natale alla ricerca di un lavoro e una condizione di vita migliore. In particolar modo si raccontano le vite di gelatai e minatori: le due professioni che ebbero maggior successo nella migrazione bellunese. Dall’esperienza di questa gente nasce un percorso interattivo fatto di video interviste, fotografie e documenti storici, alla scoperta di quanto accomuna i migranti di epoche e nazionalità differenti.

bellunesi

Dal MIM si apre inoltre un itinerario di 13 tappe che si estende su tutta la provincia. Il percorso è composto da musei ed altri luoghi per scoprire a fondo tradizioni e storie di migrazioni della cultura bellunese.
Di seguito la lista dei musei:

  • Museo Civico Alpano di Piave: esposizione sulla Grande Guerra e sui minatori italiani nelle miniere in Belgio;
  • Museo Etnografico a Serravalle di Cesiomaggiore: spaccato antropologico sulla cultura popolare bellunese;
  • Museo dell’Uomo in Cansiglio: panoramica della presenza umana in Cansiglio a partire dalla Preistoria;
  • Centro  “Uomini di Val Imperina”: dedicato al lavoro del minatore e del seggiolaio;
  • Museo dei Seggiolai: si racconta la vita dei caregheta, artigiani maestri nell’impagliare sedie;
  • Musei geotecnico-minerario “U. Follador”: ricca collezione di rocce, minerali e fossili;
  • Museo Etnografico del Seggiolaio: esposizione dei ferri del mestiere di seggiolai;
  • Museo Longarone Vajont: tragica testimonianza sul disastro del Vajont;
  • Museo Etnografico degli Zattieri del Piave: percorso sul trasporto fluviale del legno;
  • Museo della Pietra e degli Scalpellini: esposizione sulla lavorazione della pietra;
  • I Murales di Cibiana: itinerario tra più di cinquanta murales che raccontano usi e costumi tradizionali;
  • Museo della Cultura Alpina Ladina: ricostruzione delle tradizioni di un tempo;
  • Museo Etnografico “Algudnei”: testimonianza di migrazioni e tradizioni.


Il MIM ha sede all’Associazione Bellunesi nel Mondo, ente che si occupa dei conterranei emigrati.
Apertura solo su prenotazione, ingresso gratuito:
• lunedì, martedì, giovedì, venerdì (08.30-12.30 / 15.00-18.00);
• mercoledì (08.30-12.30);
• sabato e domenica: visite su prenotazione per gruppi superiori a 8 persone.


link
http://www.mimbelluno.it/
http://www.bellunesinelmondo.it/

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Feedback su questo contenuto
vota
5.0 media
(1 voti)
I viaggi che passano da qui I viaggi che passano da qui
Nessuna immagine caricata

Un giorno sugli sci

alessia scatamburlo - 28/13-01/14

Ciao a tutti, sono residente nel Veneto in provincia di Venezia ma volevo comunque far presente a tutti la mia esperienza che sicuramente rifarò... Io e il mio ragazzo nel periodo di novembre decidemm...
Eventi
Cibiana - murales
Il magico percorso dei murales: la storia del paese dipinta sulle antiche pareti delle case ...
Itinerari consigliati
Castello di Zumelle
Veneto dei Misteri: Il Castello di Zumelle, itinerario in provincia di Belluno ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...