Giardino Botanico di Rosolina

Le meraviglie della natura appassionano i numerosi turisti e studiosi che visitano il Giardino Botanico Litoraneo situato a Porto Caleri, lembo estremo del litorale di Rosolina Mare. Il Giardino conserva infatti un ambiente unico e di notevole interesse scientifico. Si visita a piedi percorrendo le caratteristiche passerelle in legno ed è possibile osservare la vegetazione tipica dell'ambiente litoraneo-marino.

Nei suoi 23 ettari di estensione si concentra una decina di eco-sistemi: dalla pineta al cordone dunoso della costa e alla zona umida di acqua salmastra, per un totale di circa 220 specie vegetali. Interessante la presenza sia di dune interne stabili, non più soggette all'azione del vento, che di dune embrionali, mobili, in via di formazione. Il Giardino, che non ha subito alcun intervento di modifica strutturale dell'habitat esistente, valorizza le specie spontanee della zona, come le orchiedee spontanee, scomparse quasi ovunque.

Tre i percorsi di visita ad andamento circolare e contigui: il percorso A di 600 metri dedicato alla zona boschiva, il percorso B di 1650 metri dove si osserva l'evoluzione della vegetazione dal litorale alle dune interne e si scoprono fiori rari come il ravastrello, il vilucchio delle sabbie e le orchidee; infine il percorso C di 2850 metri, che mostra tutti gli eco-sistemi presenti: dalla pineta, alle sabbie, alla macchia mediterranea per finire alle zone umide e vedere ginepri, rose canine e la violacea salicornia. Oltre alle bellissime specie vegetali, è possibile effettuare interessanti osservazioni dell'avifauna che popola il Giardino come garzette, aironi, sterne, gabbiani, anatrem e falchi di palude.

Il giardino botanico

Un piacere per gli occhi di grandi e bambini per conoscere esemplari difficilmente visibili altrove. Da non dimenticare la macchina fotografica per riprendere le rare fioriture di fine primavera o il paesaggio selvaggio della macchia e della spiaggia naturale.

Modo di percorrenza: a piedi

Da non perdere: i piatti della cucina tipica vengono ancora preparati come al tempo, da assaggiare quindi i piatti a base di polenta e maiale. Curioso anche assaggiare le frittate di gamberetti di fosso e le rane

Informazioni e consigli utili: il periodo di apertura va da aprile a settembre nei giorni martedì, giovedì e domenica con orario dalle ore 10 alle 13 e dalle ore 16 alle ore 19, con possibilità di visite guidate alle ore 10.30 ed alle ore 16.30

Guida del parco

Link utili
Giardino botanico 
www.deltapocard.it

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Feedback su questo contenuto
vota
3.142857142857143 media
(7 voti)
I viaggi che passano da qui I viaggi che passano da qui
Delta del Po, io ci torno

Delta del Po, io ci torno

Giovanni Martino - aprile 2010

Non servono molti giorni per visitare questo meraviglioso ambiente naturale a pochi chilometri da Venezia. Io ho deciso di farlo il 15 aprile approfittando di una di quelle giornate libere da impegni ...
Eventi
Avocetta sul Delta del Po
In visita alle aree protette di particolare interesse naturalistico ...
Itinerari consigliati
Turismo equestre nel Delta del Po
A cavallo tra i suggestivi paesaggi del Delta del Po ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...