Strada dell'Asparago Bianco di Cimadolmo IGP

A Santa Lucia di Piave, centro famoso per l'antichissima fiera agro alimentare, vale la pena visitare la Chiesa Arcipretale, legata alla figura del Beato Fra' Claudio, il frate scultore le cui opere in marmo sono conservate nella vicina gipsoteca. Molto più antico è il Santuario cinque-seicentesco in località Ramoncello. A valorizzare la via d'accesso al paese troviamo la settecentesca Villa Corner Campana. Nel centro porticato imperdibile è il sito di archeologia industriale dell'ex-filanda, del primo Novecento, oggi adibito a spazio fieristico e culturale. Dal centro si prosegue lungo via Mure fino ad arrivare in campagna per poi proseguire nella zona del campo di tiro a volo.

Da qui si può percorrere in mezzo alla campagna, su terreno sterrato, l'argine del Piave, fino a Cimadolmo, località che da il nome dal prelibato asparago. A San Michele di Piave preso la locale chiesa parrocchiale, ammiriamo un'opera del pittore detto "El Greco", risalente alla fine del Cinquecento. Proseguendo prevediamo una sosta nell'area delle Grave di Papadopoli, ricca di sentieri naturalistici attraverso l'ecosistema del Piave. Proseguendo verso Ormelle si costeggia l'argine proseguendo dritti fino a Ponte di Piave, comune in cui merita una visita la Casa Museo di Goffredo Parise, ultima dimora dello scrittore e centro di cultura che conserva il suo archivio e un'importante collezione di opere di artisti del Novecento. Poco distante dalla casa-museo è possibile parcheggiare l'auto e percorre i sentieri della golena del Piave, e raggiungere l'area attrezzata "Orto Botanico".

Da Ponte di Piave inizia il ritorno verso Santa Lucia passando per Negrisia, proseguendo per Faè, frazione di Oderzo, per giungere a San Polo di Piave dove vale la pena vedere l'insolita Villa Giol, costruita in stile gotico inglese, attorniata da uno splendido parco. Giunti alla frazione Rai di San Polo di Piave, attira la nostra attenzione l'antica Torre di Rai che si eleva su una collinetta attorniata da prati e alberi. In breve si giunge in località Tezze di Vazzola, sede dello storico Borgo Malanotte profondamente legato agli accadimenti della Grande Guerra. Il borgo da giugno a ottobre è allietato da mostre di "cose d'altri tempi" e dimostrazioni dei vecchi lavori agricoli. Da Tezze poi si arriva di nuovo a Santa Lucia passando per la località Santa Maria di Piave.

Partenza: Santa Lucia di Piave
Arrivo: Santa Lucia di Piave

Strada dell'asparago


Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Feedback su questo contenuto
vota
4.0 media
(3 voti)
Eventi
weekendcantina-2015-spalla
Di cantina in cantina, alla scoperta dei tesori vitivinicoli del trevigiano ...
Itinerari consigliati
noale
I sistemi difensivi della laguna veneta e dell'entroterra veneziano ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...