Tra Ville e Castelli

Terra ricca di storia, la Pedemontana Veneta conserva tutt'oggi con orgoglio tante testimonianze dell'origine romanica di alcune città, dello splendore nella Repubblica di Venezia e delle tante famiglie nobili che qui decisero di costruire residenze e ville di campagna, dove rilassarsi, godere dei frutti della terra e ammirare il paesaggio.
Nella Pedemontana Veronese spicca il famoso Castello medioevale di Soave, uno dei migliori esempi di architettura castellana del Veneto. Da non perdere anche Villa della Torre a Fumane, tra i gioielli architettonici del 500 italiano, con il Salone degli Specchi e la peschiera nel bellissimo parco.

Di origine settecentesca e immerso tra i vigneti è il Giardino di Pojega di Villa Rizzardi a Negrar, ricco di fontane decorative, un teatro verde e un originale tempietto scoperto.

A Grezzana invece è visitabile Villa Allegri Arvedi, del 1656, con un grandioso salone affrescato e un bel giardino all'italiana mentre ad Illasi si trova Villa Sagramoso con il suo parco romantico, di origine settecentesca e il castello del XIII secolo. A Tregnago è tutt'oggi visibile il castello medievale, rimaneggiato poi dagli Scaligeri. A Dolcè infine Villa del Bene, ultimata nel 1560 e visitabile gratuitamente tutti i giorni festivi.

Nella Pedemontana Vicentina c'è solo l'imbarazzo della scelta: da Castello Porto Colleoni Thiene, originariamente castello e poi villa di campagna a Thiene, alla cinta murata perfettamente conservata di Marostica e i suoi due castelli ad avvolgere la piazza degli Scacchi, il Castello degli Ezzelini a Bassano del Grappa, fino ai Castelli di Giulietta e Romeo a Montecchio Maggiore e la Rocca di Arzignano. Sul colle di Lonedo a Lugo di Vicenza due splendidi patrimoni del'Umanità UNESCO: Villa Piovene e Villa Godi Malinverni, la prima Villa di Palladio con un enorme parco, sale affrescate e una pinacoteca ricchissima, visitabile durante tutto l'anno. E ancora Villa Capra a Sarcedo e poi Villa Cordellina Lombardi a Montecchio Maggiore, che cela al suo interno un grande affresco di Tiepolo, e Villa Trissino Marzotto a Trissino, tra specchi, mobili d'epoca e giochi d'acqua nel parco.

Anche nella Pedemontana Trevigiana sono tantissime i luoghi di interesse: dalla suggestiva Rocca di Asolo che svetta al di sopra del centro storico, al possente Castello di Conegliano, fino a Castelbrando a Cison di Valmarino. E poi il Castello di Collalto e quello di San Salvatore a Susegana,uno dei più vasti sistemi fortificati del paese. A Ceneda di Vittorio Veneto, il Castello di S. Martino, la cui torre principale sorge su uno spuntone di arenaria. Come non citare poi la splendida Villa Barbaro di Maser, capolavoro di Palladio e patrimonio dell'umanità UNESCO, tra stanze affrescate dal Veronese, vigneti e una inconsueta collezione di carrozze; e Villa Emo a Fanzolo di Vedelago, altro importante progetto del Palladio, realizzata tra il 1557 e il 1565, che saprà affascinare con le sue maestose sale affrescate.

Condividi: Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Plus
Feedback su questo contenuto
vota
3.7 media
(10 voti)
English (United States) français (France) Deutsch (Deutschland) italiano (Italia) español (España) português (Portugal) русский (Россия) 中文 (中国)
Itinerari consigliati
Strada del Radicchio rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco
Itinerario gastronomico che collega Treviso e Castelfranco Veneto ...
my veneto logo
Il Tuo Viaggio
crea Itinerari personalizzati salva i Preferiti condividi Diari di viaggio

Media Center

Media Center
Il Veneto in foto, video, audioguide, webcam, brochures...